Striscia la Notizia non molla la presa sull’Isola dei Famosi 13 ribattezzata “Isola dei Fumosi” e manda in onda un altro pezzo dell’intervista rubata a Eva Henger che racconta:

“Volevo parlare con la direzione Mediaset, c’erano altre 8 persone che sapevano di questa storia. Mi hanno detto dillo in diretta, dillo adesso o lunedì quando torni in studio da Marcuzzi. Così mi hanno detto. Perché non mi hai detto di non dire una cosa del genere? Che avrei innescato un casino, che era meglio se lo facevo solo con la direzione? Perché mi hai detto di dire? Mi hanno fatto fare l’agnello sacrificale… Dicono che i confessionali non sono mai arrivati in Italia ma era una bugia. Parlando con loro per 40 minuti mi hanno assicurato che non ne sapevano niente, poi a un certo punto, una delle persone della produzione qui a Milano che fino ad allora aveva detto che non sapevano niente, si tradisce e mi risponde eh ma mica potevamo mandare in onda il confessionale dove tu parli della droga. Ah allora lo sapevate! Adesso che mi avete preso per il c***o 40 minuti ricominciamo daccapo a parlare seriamente. Eh, ma noi pensavamo che ormai il pericolo era rientrato e che non avresti detto niente”.

La Henger rivela a Laudadio che Monte godeva di qualche protezione all’interno della produzione:

“Si è sempre comportato in modo schifosamente superiore a tutti. Tre prove su tre le ha vinte tutte. Aveva possibilità di parlare con Stefano De Martino, con gli autori e noi no. Stefano mi è sembrato serio e non voglio accusarlo di niente però è l’ex cognato e miglior amico. Almeno questo era quello che diceva Francesco. Ripeteva ‘io so tutto perché io qui, io là’. Se poi era una bugia per farsi grande davanti a noi o era la verità non lo so. Però faceva intendere che lui era coccolato da tutta la produzione”